Attivi da febbraio 2015

Codibugnolo

Il Codibugnolo(Aegithalos caudatus) è un passeriforme davvero piccolo. Malgrado la sua coda e il piumaggio spesso rizzato entra a far parte degli uccelli più piccoli del nostro Paese. Infatti, grazie alla coda di 7-9cm, può raggiungere i 15cm ma la sua stazza lo smentisce confermandolo un piccolo uccellino da 7-9g (vogelwarte.ch)

La livrea del Codibugnolo è principalmente marrone e nera sul per la parte superiore, mentre il ventre è piuttosto biancastro. La coda è nera e bianca ai lati, invertita invece è la testa con una fascia bianca centrale che termina al collo. Tuttavia questa livrea può avere molto alterazioni da individuo a individuo soprattutto della nostra sottospecie di Codibugnolo europeo (Aegithalos caudatus europaeus). La variazione principale nella livrea è la testa: da tutta bianca (come per il nordico) a “classica” con le due fasce marrone-nero ai lati.

(Foto: Omar Bonazzi)

(Foto: Omar Bonazzi)

Ritornando alla sottospecie: il Ae. c. caudatus è estremamente raro alle nostre latitudini (CH); tuttavia ci sono stati avvistamenti (esempio inverno scorso (’14-’15)) e come fatto eccezionale per la prima volta in Ticino pure alle Bolle di Magadino (fidecula.ch) i quali sono sempre stati molto difficili da confermare vista l’estrema sedentarietà della nostra sottospecie.
I caratteri più distintivi per distinguere la sottospecie nordica sono: la coda (ancora più lunga), una colorazione rosea alla fine delle ali e molto importante la netta delimitazione al collo tra marrone e bianco, e infine un andature di volo differente ma a mio parere percettibile solo se in volo comunitario assieme ad altri codibugnoli.
In allegato un articolo su uno studio olandese focalizzato su come distinguere le due sottospecie.
Identification of White-headed Longtailed Bushtit and occurrence in the Netherlands

(Fonte: naturamediterraneo.com)

(Fonte: naturamediterraneo.com)

Come uccello è molto socievole e attivo: vive in gruppo d’inverno, in una area ben definita che tutti insieme proteggono e perlustrano quotidianamente alla ricerca di cibo (prevalentemente insetti) in cima alle fronde degli alberi attraverso itinerari fissi, grazie alle sua lunga coda riesce a tenersi in equilibrio anche sui ramoscelli più sottili e instabili. Nelle freddi notti invernali dormo li uni contro gli altri per mantenersi più caldi possibili. In primavera si separano in coppie ma restano nella zona, costruiscono nidi ovali costituiti da licheni e muschi “incollati” con ragnatele di ragno su sambuchi, noccioli e rovi. Principalmente una sola covata l’anno da 7-12 uova.
(uccellidaproteggere.it)

(Foto: Omar Bonazzi)

(Foto: Omar Bonazzi)

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pubblicità

Luna

CURRENT MOON

Foto del giorno

Svasso Maggiore

Avvistamenti

Avvistamenti nel 2017:
110 specie in Svizzera.
Avvistamenti totali:
195 specie in Svizzera.
208 specie in Europa.
Copy Protected by Chetans WP-Copyprotect.